Cosa è la Mindfulness

La Mindfulness si può descrivere come un modo per coltivare la presenza all'esperienza del momento, al qui e ora. Si tratta di dirigere volontariamente la propria attenzione a quello che accade nel proprio corpo e intorno a sé, momento per momento, ascoltando più accuratamente la propria esperienza, e osservandola per quello che è, senza valutarla o criticarla. La Mindfulness è quindi uno stato mentale in cui si è totalmente presenti e in contatto con la realtà del momento presente

Come nasce la Mindfulness ?

Nasce dall'esperienza di Kabat Zinn biologo molecolare che negli Stati Uniti inserisce la Meditazione nei contesti clinici adattandola allo stile di vita occidentale. Il Dott. Jon Kabat-Zinn mette a punto un programma basato sulla meditazione per aiutare le persone a gestire lo stress e la sofferenza, a essere più felici e ad affrontare meglio i problemi della vita. Ha creato un protocollo ripulito da ogni componente mistica e religiosa, adatto ad un pubblico occidentale. Nasce così l'MBSR, Mindfulness Based Stress Reduction (letteralmente protocollo per la riduzione dello stress basato sulla consapevolezza).

Dove trova impiego la Mindfulness

Oggi la Mindfulness trova impiego in tutto il mondo in moltissimi ambienti: psicoterapia, scuola, lavoro e organizzazioni, carceri, sport, ospedali. È stata dimostrata scientificamente l'efficacia della Mindfulness nell'alleviare lo stress e nell'aumentare il benessere psico-fisico promuovendo stati mentali positivi che migliorano la salute.

Lo scopo finale della Mindfulness

Lo scopo finale della Mindfulness è quello di generalizzare l'essere presenti momento per momento ed estendere questa modalità a tutte le situazioni e i contesti della vita quotidiana. Si potrà pertanto coltivare la consapevolezza quando si guarda, si ascolta, si pensa, si parla, si cucina, si mangia o si lavora.

Approfondimenti

- Mindfulness per lo stress

- Mindfulness per l'alimentazione